Noleggio ARIEGGIATORE

Dolo, Italia Visualizzazioni:9 ID: 441

Descrizione

L'arieggiatore possiede una serie di lame che, infilandosi nel manto erboso, sollevano ed asportano la parte morta del prato.

Una tra le operazioni di gestione del tappeto erboso più trascurate in assoluto è l’arieggiatura. Ed è un peccato perchè l’arieggiatura è in grado di risolvere molti problemi del prato, dargli nuova vita e ripotarlo in salute.

Arieggiare è un termine generico con il quale si indicano sia le operazioni di sfeltrimento del prato che di scarificazione del suolo: ovvero la rimozione del feltro e la leggera incisione superficiale del terreno.

Durante l’arco dei mesi, le foglie, i detriti ed i residui vegetali morti si depositano nel suolo costituendo uno spesso strato, detto feltro.

Questo strato crea nel tempo una vera e propria barriera che genera moltissimi problemi:

  • aumenta notevolmente il rischio di malattie fungine
  • limita il passaggio di luce solare
  • riduce lo scambio di ossigeno
  • diminuisce il passaggio dell’acqua
  • rende meno efficienti le concimazioni
  • rendo più difficili le risemine
  • aumenta il ristagno di umidità
  • diminuisce l’ancoraggio delle radici
  • crea una crescita anomala dell’erba

QUANDO ARIEGGIARE?

E’ buona regola arieggiare almeno due volte l’anno appena prima delle stagioni di ripresa vegetativa. In linea di massima quindi ad inizio marzo e settembre.

L’idea da tenere a mente è che subito dopo l’arieggiatura ci devono esser le condizioni per una rapida ricrescita: non deve fare freddo e non deve fare troppo caldo.

Luogo

Noleggio ARIEGGIATORE si trova a: Dolo